Sapori d'Italia

Sardine in saor

Squamate le sarde, togliere interiora, testa e pinne. Lavarle bene, quindi infarinarle e friggerle per metà cottura in abbondante olio di semi di arachide bollente (170 ° gradi); adagiarle su carta assorbente e salare. In un tegame fate scaldare l’olio extravergine d’oliva, unire le cipolle affettate e soffriggetele dolcemente fino a farle dorare. Unire l’aceto e fare bollire il tutto per qualche minuto con le foglie di alloro e qualche grano di pepe. Sistemare il pesce a strati in una terrina, con la cipolla affettata. Versare l’aceto caldo in modo che i pesci ne rimangano coperti. Coprire il recipiente e porlo in luogo fresco, lasciando marinare le sarde, prima di servirle, minimo un paio di giorni. Nel periodo invernale vengono aggiunti anche uvetta e pinoli.

Scopri il gusto che unisce l'Italia: Veneto