Borghi d'Italia

1009-Ovindoli.jpg

Ovindoli (AQ) Abruzzo

Ovindoli

Importante centro del Parco Sirente -Velino è l’antica Obinolum primitivo insediamento dei Marsi, in posizione dominante, al limite meridionale dell’Altopiano delle Rocche. La roccaforte fu distrutta in occasione della guerra sociale che vide le popolazioni italiche unirsi contro Roma nel 90 a.C. e venne ricostruita successivamente dai Longobardi. Nel 1223 vi si rifugiò Tommaso, Conte di Celano, durante la sua ribellione a Federico II. Nel 1463 Ovindoli divenne feudo di Antonio Piccolomini, e sino al 1806 appartenne alla Contea di Celano. Il paese conserva alcuni motivi di interesse artistico e storico del passato. Dal versante della Marsica è la naturale porta d’accesso al vasto altopiano carsico delle Rocche, chiuso tra i massicci del Velino e del Sirente. È un’attrezzata località di soggiorno estivo e centro di sport invernali comprendente la Magnola, con campi da sci ottimamente dotati di moderni impianti sportivi. Nel periodo invernale il centro offre la possibilità di effettuare anche sci di fondo, sci alpino ed escursionistico. Nel periodo estivo numerose sono le opportunità di svago offerte al turista: sentieri per escursioni a piedi e a cavallo, percorsi per mountain bike, parapendio, tiro con l’arco, il freeclimbing.

Associazioni

borghi autentici italiani

Visita il borgo