Borghi d'Italia

1015-Irsina.jpg

Irsina (MT) Basilicata

Irsina

La cittadina, denominata sino a fine ottocento “Montepeloso”, ebbe grande importanza in epoca romana e fu tra i centri più sviluppati della Basilicata nel periodo di dominio longobardo e bizantino. Dopo l’occupazione normanna, la città divenne feudo di numerose famiglie nobiliari e nel 1123 il papa Callisto II con una bolla nominò la cittadina sede episcopale. Molto suggestiva è la cattedrale del paese, dedicata alla Madonna dell’Assunta, costruita nel XIII sec. e rimaneggiata nel 1777 con facciata barocca e campanile a bifore di stile gotico, che custodisce la statua in pietra di Nanto raffigurante Santa Eufemia, attribuita all’artista rinascimentale Andrea Mantegna. Di grande pregio sono la chiesa del convento di San Francesco del XII sec., nota per l’affresco del Pantocreatore, e la chiesa del Purgatorio in cui è conservata una bellissima tela raffigurante “Le Nozze di Cana” del 1600. Testo a cura di APT Basilicata.

Associazioni

borghi più belli d'italia

Visita il borgo